Una feritoia

Il Crocifisso, seduttore innamorato
Vangelo: Mt 16,21-27

Domenica scorsa Pie­tro confessava Gesù, oggi Gesù sconfessa Pietro – e tutta la nostra logi­ca – presentandosi in modo «inaccettabile», come colui che deve molto soffrire. Gesù sa che non saranno mai i po­tenti a risolvere le lacrime del mondo o gli errori del singo­lo. Il male si risolve solo por­tandolo. Sulla croce. Che co­s’è la Croce, se non l’affer­mazione alta che Dio ama al­tri, e me fra questi, più della propria vita? La Croce è l’a­bisso dove Dio diviene l’a­mante.

Il riso abbonda sulle labbra di chi crede

L'importanza del sorriso

Alla luce della fede biblica la domanda se Dio possa ridere o, almeno, sorridere, non è così ingenua come potrebbe sembrare, quasi fosse voce di un’indebita proiezione della nostra leggerezza sull’indicibile. In realtà, riso e sorriso riferiti a Dio sono temi tutt’altro che assenti nella Sacra Scrittura, come nell’intera tradizione ebraico-cristiana.

GIORNATA DI FORMAZIONE: DOCENTI SCUOLE ASC

Dare qualità alla Scuola significa prima di tutto avere chiara la propria identità ed esplicitare i valori fondamentali a cui si ispira. Il progetto educativo delle SCUOLE ASC, nato dal seminario di formazione dei coordinatori didattici e dei gestori ed elaborato dalla Commissione, formato da Sr Maria Di Giglio, Sr Maria Iannotti, Rita Morè e Patricia Belli, esprime e definisce l’identità della scuola, esplicitando i valori evangelici cui essa si ispira; ne precisa gli obiettivi sul piano educativo, culturale e didattico e li traduce in precisi termini operativi; diventa quindi il criterio ispiratore e unificatore di tutte le scelte e di tutti gli interventi.

  • Vocazione dei primi apostoli Vocazione dei primi apostoli

    «18 Mentre camminava lungo il mare della Galilea, Gesù vide due fratelli, Simone chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano la rete in mare, poiché erano pescatori. 19 E disse loro: "Venite dietro a me e vi farò pescatori di uomini". 20 Ed essi, lasciate subito le reti, lo seguirono. 21 Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo di Zebedèo e Giovanni, suo fratello, che nella barca insieme con Zebedèo, loro padre, riassettavano le reti; e li chiamò. 22 Ed essi, lasciando subito la barca e il padre loro, lo seguirono» (Mt 4,18-22).

    Leggi tutto...
  • "Le Beatitudini sono la risposta al desiderio di felicità dell'uomo" "Le Beatitudini sono la risposta al desiderio di felicità dell'uomo"

    Durante l'Udienza Generale, papa Francesco assegna ai fedeli un "compito a casa": leggere e meditare Matteo 5,1-12 in cui c'è "tutta la novità portata da Cristo"

     

    CITTÀ DEL VATICANO, 06 Agosto 2014 (Zenit.org) - Dopo un’interruzione coincidente con l’intero mese di luglio, papa Francesco ha ripreso stamattina le Udienze Generali, proseguendo il ciclo di catechesi sul tema del popolo di Dio.

    Leggi tutto...