Una feritoia

Il Crocifisso, seduttore innamorato
Vangelo: Mt 16,21-27

Domenica scorsa Pie­tro confessava Gesù, oggi Gesù sconfessa Pietro – e tutta la nostra logi­ca – presentandosi in modo «inaccettabile», come colui che deve molto soffrire. Gesù sa che non saranno mai i po­tenti a risolvere le lacrime del mondo o gli errori del singo­lo. Il male si risolve solo por­tandolo. Sulla croce. Che co­s’è la Croce, se non l’affer­mazione alta che Dio ama al­tri, e me fra questi, più della propria vita? La Croce è l’a­bisso dove Dio diviene l’a­mante.

Il riso abbonda sulle labbra di chi crede

L'importanza del sorriso

Alla luce della fede biblica la domanda se Dio possa ridere o, almeno, sorridere, non è così ingenua come potrebbe sembrare, quasi fosse voce di un’indebita proiezione della nostra leggerezza sull’indicibile. In realtà, riso e sorriso riferiti a Dio sono temi tutt’altro che assenti nella Sacra Scrittura, come nell’intera tradizione ebraico-cristiana.

GIORNATA DI FORMAZIONE: DOCENTI SCUOLE ASC

Dare qualità alla Scuola significa prima di tutto avere chiara la propria identità ed esplicitare i valori fondamentali a cui si ispira. Il progetto educativo delle SCUOLE ASC, nato dal seminario di formazione dei coordinatori didattici e dei gestori ed elaborato dalla Commissione, formato da Sr Maria Di Giglio, Sr Maria Iannotti, Rita Morè e Patricia Belli, esprime e definisce l’identità della scuola, esplicitando i valori evangelici cui essa si ispira; ne precisa gli obiettivi sul piano educativo, culturale e didattico e li traduce in precisi termini operativi; diventa quindi il criterio ispiratore e unificatore di tutte le scelte e di tutti gli interventi.

  • Vocazione dei primi apostoli Vocazione dei primi apostoli

    «18 Mentre camminava lungo il mare della Galilea, Gesù vide due fratelli, Simone chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano la rete in mare, poiché erano pescatori. 19 E disse loro: "Venite dietro a me e vi farò pescatori di uomini". 20 Ed essi, lasciate subito le reti, lo seguirono. 21 Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo di Zebedèo e Giovanni, suo fratello, che nella barca insieme con Zebedèo, loro padre, riassettavano le reti; e li chiamò. 22 Ed essi, lasciando subito la barca e il padre loro, lo seguirono» (Mt 4,18-22).

    Leggi tutto...
  • Noi non possiamo tacere Noi non possiamo tacere

    15 agosto, Giornata di preghiera per i cristiani perseguitati

    "Dal 14 al 18 agosto siamo chiamati ad accompagnare spiritualmente il Santo Padre nella sua visita in Corea del Sud, dove partecipa alla VI Giornata della Gioventù asiatica. Per le nostre comunità è una occasione preziosa per accostare la realtà di quella Chiesa: una Chiesa giovane, la cui vicenda storica è stata attraversata da una grave persecuzione, durata quasi un secolo, nella quale circa 10.000 fedeli subirono il martirio: 103 di loro sono stati canonizzati nel 1984, in occasione del secondo centenario delle origini della comunità cattolica nel Paese.

    Leggi tutto...